#momentituttimiei · Attacchi di panico

Denise v/s Panico!

Ciao tesorini,
è da un pó che non mi ritrovo a letto con la testa sul cuscino,le mani nei capelli e gli occhi rivolti al soffitto.
Di solito crollo e basta.
Non ho più molto tempo,avrete notato.
Ma ci sono…seppur a rilento!

Insomma,era da un pó che mi promettevo di parlarvi di qualcosa di molto personale e delicato ma oltre al tempo,ho sempre voluto rinviare questo momento. Stasera no.
Chi di voi ha mai sentito parlare di
“attacchi di panico” o “attacco,crisi d’ ansia”?!

image

Ecco,io ne soffro da praticamente anni ormai. Hanno caratterizzato la mia vita per tanto tempo e ancor ora lotto spesso contro questo mostro.
I miei sono stati concentrati  quasi tutti in auto,in strada per cui la mia grande paura che man mano si radicava ha fatto sì che non mi muovessi più.  Bloccata! Erano loro a gestire la mia vita!
Esagerataaa direte…e invece… :evil:😠

L’attacco di panico ci coglie impreparati e ci spaventa non solo per la sua forza ma soprattutto per la sua imprevedibilità. Quando una persona soffre di attacchi di panico, soprattutto nella fase iniziale questi lo colpiranno a tradimento nelle normali attività quotidiano (durante un pasto, di notte, alla guida di un auto o durante una passeggiata, in messo alla folla o in luoghi chiusi) inducendolo a difendersi da loro sviluppando l’ansia anticipatoria, cioè la paura della paura di avere un attacco, e portandolo a evitare o vivere con molto disagio tutte quelle situazioni e luoghi in cui potrebbe essere colpito dalla crisi e non sfuggire o trovare aiuto.

image

L’attacco di panico è simile ad una potente esplosione di malessere fisico e mentale che può manifestarsi con sintomi diversi.

image

La costellazione più tipica è la comparsa di forte batticuore, fiato corto, una sensazione di sbandamento o testa leggera, sudorazione tremore e senso di morte imminente, in altri casi possono essere prevalenti disturbi allo stomaco e all’intestino oppure una sensazione di irrealtà con formicolii e vampate di caldo e freddo che si accompagnano alla paura di perdere il controllo o impazzire.
Questo ci porta ad abbassare la qualità della vita e della propria indipendenza.

image

Purtroppo oggi ci sono dati che fanno paura, di quanta gente e ragazzi eh soffrano di tale disturbo a livello mondiale.

Cure?Se ne può uscire?
Ovvio. Cure inevitabilmente e si se ne può uscire ma può anche accadere che ci siano (come nel mio caso), delle ricadute dovute a motivi particolari,allo stress o dal nulla. ANCHE SI.
La psicoteraoia cognitivo-comportamentale posso dire aiuta tantissimo. Io ero ormai in un baratro dal quale non sapevo più uscire,io e la mia splendida famiglia che ringrazio per essere ancora qui tra voi oggi; ma con forza,coraggio,grinta,le persone giuste attorno e le cure ideali…seppur il mostro è forte e grande,noi possiamo anzi dobbiamo sempre combattere.
Ne parlerò anche in seguito e chi fosse interessato anche solo x curiosità mi può chiedere qualsiasi cosa in privato.
Vi lascio degli screen come testimonianza di una donna,mia amica,che anche li ha vissuti ma non molla.

image

image

Non è facile e stasera vi ho fatto solo un intro a quello che è il problema,ma quello che ho vissuto io negli anni lo sa davvero solo Dio.
Non mollo però,anche se sono stata tentata tante volte buttata a terra dalla depressione che ne consegue.
Bisogna toccare il fondo davvero per poter risalire.

Grazie per lo sfogo,grazie a chi mi leggerà,a chi si ritroverà nei miei panni,alla mia famiglia, alla mia psicoterapeuta Annamaria.
Vi abbraccio emozionata….♡

La vostra,

LadyD.

Annunci

15 thoughts on “Denise v/s Panico!

  1. Ho sofferto per anni di attacchi di panico. Ho rischiato di essere investita per la strada perché non ero più in grado di muovermi…
    Ma ora riesco a tenere tutto molto più sotto controllo e senza farmaci!
    La cura deve venire da dentro.
    A presto
    Magy

    Liked by 1 persona

      1. ogni esperienza è diversa, io ci ho sofferto verso i quaranta anni, gli attacchi mi venivano di notte era una cosa tremenda, il cuore mi arrivava in gola e avevo dei tremiti in tutto il corpo, mi sentivo morire. Poi per fortuna sono riuscita a uscirne non so nemmeno io come, forse perché anche mia madre ci soffriva a causa della depressione ed io non volevo rimanere intrappolata nella stessa cosa, quindi ho reagito con tutte le mie energie. Comunque farmaci o no , importante è venirne fuori.

        Liked by 1 persona

  2. Ciao! Capisco benissimo la tua situazione, soffro di epilessia, che non è poi così diversa dagli attacchi di panico, e da quando ho undici anni che assumo medicinali; come te anche io ho sempre delle persone vicino a preoccuparsi per me, la crisi arriva a volte con preavviso e altre no. Grazie per averne parlato!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...